Il pudore del silenzio

Non volevo parlare dei fatti di Genova perché è una tragedia e come tale esigenza rispetto e silenzio.

Non volevo parlare del ponte Morandi, perché non sono un ingegnere e la mia ignoranza esige rispetto e silenzio.

Ma le dichiarazioni di Salvini e Santanchè mi frullano in testa da giorni ed esigono sgomento e indegnazione.

Sono triste per le vittime e per questa Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.